ANCORA UN LUTTO TRA I LAVORATORI E LE LAVORATRICI DELLA CIOCIARIA


Latina 24 febbraio 2020 -  Ancora un morto sul lavoro, ancora un lutto tra i lavoratori e le lavoratrici della Ciociaria. Oggi un giovane di ventitré anni, un lavoratore proveniente dalla Costa D’avorio è morto, orribilmente straziato sotto una lastra di calcestruzzo, in un impianto di recupero di materie plastiche nei pressi dello svincolo autostradale di Anagni.

La CGIL Frosinone Latina nell’apprendere la tragica notizia dell’ennesima morte che allunga la sempre più triste lista delle vittime, non solo esprime il suo più accorato cordoglio ma ribadisce la propria determinazione, di concerto con le Istituzioni Regionali, Istituzionali e intercategoriali di proseguire nell’opera di messa in sicurezza e tutela già avviata.

Consci che questo nuovo lutto faccia comprendere a tutti quanto si sia lontani dall’obiettivo di garantire condizioni universali di sicurezza e dignità della vita nei cantieri e nelle fabbriche, la CGIL ritiene necessaria un’ulteriore accellerazione nell’affrontare con ancor più decisione e coraggio il problema.

Anselmo Briganti il Segretario Generale CDLT CGIL Frosinone Latina