CGIL E FP CGIL: DISCARICA DI ROCCASECCA SATURA, PREOCCUPAZIONE PER LA GESTIONE RIFIUTI DELLA PROVINCIA DI FROSINONE



Frosinone, 27 Marzo 2021 - La CGIL e la FP CGIL di Frosinone Latina, in riferimento alla saturazione imminente della discarica di Roccasecca, esprimono la loro preoccupazione per la gestione dei rifiuti della provincia di Frosinone.

Da tempo si era a conoscenza della problematica riguardante la saturazione della discarica per i rifiuti indifferenziati. Nell'ultimo periodo gli impianti provinciali sono stati spesso utilizzati per correre in soccorso a Roma Capitale. La solidarietà doveva servire all'Amministrazione Capitolina per superare la fase critica, invece ad oggi la Capitale non ha avviato nessun processo vero di realizzazione dell'impiantistica necessaria.

Non si può più attendere, va individuato subito un nuovo sito all'interno dell'ATO di Frosinone. Allo stesso modo anche Roma deve realizzare l'impiantistica che porterà a chiudere il ciclo dei rifiuti nella Capitale. Se Roma attiva una concreta e realistica politica di gestione dei rifiuti il territorio del Frusinate non mancherà di intervenire in solidarietà per superare la fase di transizione. È impensabile che l'Amministrazione Capitolina, per dogma politico, continui a non volersi prendere carico dei suoi rifiuti scaricandone l'onere sulle altre province laziali.

L'economia circolare, di riciclo e riutilizzo delle materie prime deve essere il nostro punto fermo. La nostra provincia è riuscita, negli anni, a dotarsi di un sistema efficiente di gestione dei rifiuti. Il termovalorizzatore di San Vittore, la Società Ambiente Frosinone con la sua attività di recupero delle materie prime e la discarica di Roccasecca in questo ventennio, hanno permesso al sistema di gestione dei rifiuti della provincia di Frosinone di essere autosufficiente.

La Provincia di Frosinone, secondo i dati ISPRA ha una percentuale di raccolta differenziata pari al del 50,40 % nel 2018. Bisogna adoperarsi affinché la raccolta differenziata sia potenziata e attivata lì dove ancora oggi non si effettua, con il contestuale potenziamento della “Fabbrica dei Materiali”.

In piena emergenza sanitaria è impensabile che il sistema provinciale dei rifiuti possa andare in affanno. I lavoratori dell'igiene ambientale, della raccolta e degli impianti, durante tutta la pandemia hanno dato il loro fondamentale contributo alla tenuta del Paese e a tutti loro va il nostro ringraziamento.

Auspichiamo una discussione franca ed aperta con i cittadini e con i lavoratori. Ognuno di noi deve fare la sua parte. Siamo consapevoli che, la gestione dell'intero sistema di trattamento e smaltimento dei rifiuti, non può essere pensato al di fuori del perimetro pubblico.

FP CGIL Frosinone Latina Il Segretario Generale Giovanni Salzano
CGIL Frosinone Latina Il Segretario Generale Giovanni Agostino Gioia