FIRMATO PROTOCOLLO D'INTESA TRA SINDACATI E COMUNE DI PONTINIA


Il giorno 26 giugno 2019 l'Amministrazione Comunale di Pontinia e le OO.SS. Provinciali di CGIL Frosinone Latina, CISL Latina e UIL Latina e SPI, FNP e UILPENSIONATI, si sono incontrate convenendo di stipulare un protocollo di relazioni con la ferma convinzione che tutte le Istituzioni debbano farsi interpreti dei bisogni della popolazione, al fine di elaborare un'idea di sviluppo e di benessere ampiamente condivisa, in relazione agli interventi strutturali, materiali ed immateriali che debbano accompagnare la crescita economica, lo sviluppo, la protezione delle categorie più deboli e svantaggiate nonché la sicurezza nel territorio.

L'Ente locale si trova ad essere attore responsabile della realizzazione di quel delicato equilibrio tra sviluppo economica e compatibilità ambientale, sociale e sostenibilità economica, dovendo garantire ai cittadini l'erogazione dei servizi fondamentali idonei ad assicurare, nei limiti delle risorse disponibili in bilancio, un adeguato livello della qualità della vita della comunità e una maggior trasparenza e partecipazione democratica dei cittadini, con particolare attenzione al mondo femminile, ai giovani, agli anziani, e alle fasce più svantaggiate.

Il Comune di Pontinia e le OO.SS. si impegnano, pertanto, nel potenziamento di un confronto continuo che possa orientare ed ampliare l'azione e la funzione che oggi, più che mai, ha assunto l'Ente Locale sia in termini di possibilità di intervento, sia in termini di autonomia impositiva.

L'Amministrazione Comunale e le OO.SS. Confederali e di Federazione, intendono, con il presente accordo dar luogo ad un sistema di confronto, nel rispetto delle specifiche competenze che ponga particolare attenzione alle tematiche dei servizi e del welfare e che coinvolga la collettività nel Comune di Pontinia.

Le politiche di bilancio incidono sempre più sulle condizioni e la qualità della vita, sul potere di acquisto delle retribuzioni e delle pensioni, sull'esigibilità dei diritti sociali e di cittadinanza e sulla qualità dello sviluppo economico e produttivo dei sistemi locali.

L'Amministrazione Comunale e le OO.SS. si incontreranno ogni anno per il DUP (Documneto Unico di Programmazione) preventivamente alla redazione del bilancio preventivo, di quello consuntivo e per gli assestamenti di bilancio.

Le OO.SS. Confederali e di Federazione territoriali dei pensionati in funzione delle varie specificità dei temi oggetto di confronto, comporranno le delegazioni per gli incontri, allargandole alle proprie organizzazioni di categoria interessate alle problematiche.

Le finalità principali di confronto e passibili di estensione una volta avviato il rapporto collanorativo sono: 
  • emergenza occupazionale, crisi aziendale e crisi economica del territorio, con particolare attenzione alle politiche a sostegno dei giovani, delle donne e dei lavoratori svantaggiati; 
  • piano delle opere pubbliche che in un'ottica di sviluppo integrato, tenga conto delle real iesigenze del territorio e contempli interventi di semplificazione amministrativa, utili a favorire lo sblocco di cantieri;
  • politiche atte a favorire l'interscambio di energie, collaborazione e ricerca fra il polo universitario nel suo complesso e l'insieme del tessuto produttivo locale;
  • le politiche sociali, per la tutela delle fasce della popolazione, con particolare riguardo ai servizi connessi alle politiche per l'infanzia, alla condizione degli anziani e delle famiglie, compresi i minori e i non autosufficienti, prevedendo sostegno ai servizi relativi all'assistenza domiciliare per la parte di competenza comunale;
  • adozione di politiche di bilancio improntate all'equità sociale, alla progressività impositiva per scaglioni di reddito e per aliquote marginali, al mantenimento e allo sviluppo della rete di servizio socialmente sostenibile, prevedendo agevolazioni e/o esenzioni utilizzando lo strumento dell'ISEE;
  • politiche abitative;
  • adottare una generalizzata azione di prevenzione e di contrasto all'evasione fiscale e tributaria, implementando il Protocollo ANCI- Agenzia delle Entrate Regionali del Lazio del 29 gennaio 2013;
  • lotta alla illegalità e al lavoro nero e al caporalato;
  • adozione del piano di gestione dei rifiuti, volto ad una progressiva riduzione dei costi e delle spese delle famiglie e delle imprese di Pontinia, sviluppando la raccolta differenziata ed intervenendo sulle condizioni che permettono una riduzione del costo del servizio;
  • prevenzione e contrasto della ludopatia e del gioco d'azzardo;
  • migliorare e favorire la mobilità dei cittadini di Pontinia sviluppando, anche in collaborazione con le altre amministrazioni del territori, progetti atti a garantire il diritto agli spostamenti migliorandone le condizioni con particolare attenzione a giovani, anziani e fasce sociali non autosufficienti. 

Le Segreterie Provinciali Confederali e le Federazioni territoriali potranno richiedere incontri relativamente ad altre specifiche tematiche ed apportare i propri contributi con proposte ed osservazioni che saranno valutate dall'Amministrazione Comunale.

Ci si incontrerà, inoltre, su domanda della Parti, per far fronte alle eventuali trasformazioni del sistema che potranno verificarsi nei prossimi anni. Le parti concordano che il presente protocollo d'intesa potrà essere variato e/o integrato sulla base di variazioni o specifiche esigenze concordate dalle parti.

L'Amministrazione Comunale si impegna nel DUP (Documento Unico di Programmazione) 2019-2020 a non prevedere aumenti dei tributi a partire da IMU e TASI a che nella stesura del bilancio 202 ricercherà congiuntamente alle OO.SS: firmatarie le condizioni per la progressiva riduzione delle stesse.

Il Comune di Pontinia circa la lotta all'illegalità e al lavoro nero si impegna a realizzare progetti di contrasto al caporalato con particolare attenzione al servizio di trasporto dei braccianti, così come previsto dal protocollo con la Regione Lazio.

L'Amministrazione comunale si impegna, nel rispetto delle leggi in materia, a promuovere gare d'appalto per l'affidamento di servizi e prestazioni nel totale rispetto del CCNL applicato alle ditte e società partecipate, che adottino il principio del migliore equilibrio tra offerta e costo proposto.

Le OO.SS. firmatarie si impegnano a collaborare con il Comune nella stesura di progetti e piani mirati alla diffusione di un'adeguata cultura cittadina che migliori il rispetto del territorio e delle condizioni di vita materiali e immateriali dei cittadini.