IN EVIDENZA
latest

PRIMO MAGGIO: LA CGIL IN PRIMA LINEA PER DIFENDERE I VALORI DEL LAVORO E DELLA DEMOCRAZIA



Lo storico corteo ad Isola del Liri, il concerto al Teatro D'Annunzio di Latina, ma il Primo Maggio per noi è tutti i giorni! Infatti, in un contesto dove il valore del lavoro viene messo continuamente alla prova, la CGIL si riafferma come un baluardo della difesa dei diritti dei lavoratori e della giustizia sociale.
In occasione del Primo Maggio, simbolo internazionale della lotta dei lavoratori, la CGIL ribadisce il proprio impegno nei confronti dei temi fondamentali che guidano la sua azione: la valorizzazione del lavoro, il contrasto alla precarietà e la difesa dei principi costituzionali.


Al centro dell'azione della CGIL vi è anche la difesa dei principi costituzionali, che rappresentano le basi su cui si fonda lo Stato di diritto e la democrazia. Le recenti azioni del governo hanno sollevato serie preoccupazioni riguardo alla salvaguardia di tali principi, mettendo a repentaglio i diritti e le libertà fondamentali delle persone. Per questo il Primo Maggio quest'anno rappresenta non solo un'occasione per celebrare le conquiste passate delle lavoratrici e dei lavoratori, ma anche un momento di riflessione e di impegno per affrontare le sfide presenti e future. Non solo lavoro. Una riforma del fisco che parta da una vera lotta all'evasione fiscale, che vada a prendere i soldi dove sono e non dalle tasche dei ceti più deboli; una riforma della sanità pubblica che preveda immediatamente stabilizzazioni e assunzioni, ricordiamo che allo stato attuale solo 12 Regioni su 20 dichiarano di non essere in grado di garantire i livelli di assistenza che dovrebbero essere garantiti a tutti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza; l'aumento dei salari e una riforma delle pensioni che tutelino il potere d'acquisto attraverso il rinnovo dei contratti nazionali e il superamento della legge Fornero, abbassando innanzitutto l'età pensionabile. La CGIL si propone come soggetto aperto a lavorare con tutti e invita le cittadine e i cittadini a unirsi alla mobilitazione e alla lotta per un lavoro dignitoso, per la difesa della democrazia e per la costruzione di una società più giusta e inclusiva per tutti”.






Successivo »

Facebook Comments APPID