GLI AUGURI DEL SEGRETARIO GENERALE PER IL 2019

Cari Compagni e Care Compagne,
il 2018 è stato un anno fortemente impegnativo. Le tantissime vertenze e la perdita di molti posti di lavoro, l’area di crisi complessa, il lavoro effettuato congiuntamente alle istituzioni per favorire lo sviluppo del territorio, ci hanno visto lottare, solidarizzare ed essere vicino alle tante persone che hanno vissuto grandi difficoltà. Nello stesso tempo abbiamo anche raccolto soddisfazioni legate alla risoluzione positiva di alcune crisi aziendali, dell’operato delle categorie nei posti di lavoro, dello SPI nel sociale e delle innumerevoli assistenze che il nostro sistema dei servizi tutti i giorni ha offerto ai tanti nostri iscritti e cittadini.

Le iniziative sulla Costituzione, sulla memoria, sulla legalità, sul lavoro, sullo sviluppo sostenibile del territorio, sull’ambiente e su tanti altri temi , hanno fatto crescere in noi, ma soprattutto nei nostri iscritti e simpatizzanti, un senso di appartenenza ad una società che dovrà diventare sempre più solidale, più giusta, dove le diseguaglianze che oggi sono ancora troppo evidenti, dovranno attenuarsi fortemente fino a scomparire, in particolare quelle che riguardano giovani e donne. 

In questo anno si è svolto il Congresso che ci consegna una CGIL rinnovata, in cui è stato ricostruito un tessuto di partecipazione dei lavoratori, delle lavoratrici, dei pensionati e delle pensionate e che vedrà impegnati tutti noi in un grande progetto che parte da “Il Piano del Lavoro", dalla Contrattazione e dalla Nuova Carta dei Diritti del Lavoro.

Il Congresso conclusivo di Bari sarà una tappa decisiva per la CGIL perché dovrà fornire le indicazioni ed i presupposti per affrontare, con le giuste motivazioni, le sfide che ci attendono in futuro. 

Abbiamo la responsabilità in questo momento cruciale che sta affrontando il nostro Paese e il nostro territorio, di fare la nostra parte fino in fondo senza risparmiarci.

Una sfida, la nostra, che deve provare a dare una prospettiva, una visione e una speranza di vita e di lavoro ai giovani, a chi ha perso il lavoro, ai disoccupati e a tutte quelle persone che vivono una situazione di difficoltà.

Colgo l'occasione per ringraziare tutti per il lavoro svolto fino ad ora ed auguro a tutti Buon Anno.

Anselmo Briganti
Segretario Generale CGIL Frosinone Latina