L'8 MARZO DELLA CGIL CON LE MERAVIGLOSE DONNE DEL CENTRO DISABILI DI SORA

A 70 anni dalla prima Festa della Donna e dalla prima volta che le donne italiane hanno finalmente potuto esercitare il diritto di voto nel nostro Paese, la CGIL sceglie di portare un momento di serenità alle donne del Centro Disabili Adulti di Sora. Beatrice Moretti, segretaria della CGIL di Frosinone Latina, e Fausta Pelle, responsabile dell’area policentrica CGIL di Sora, hanno portato fiori e dolcetti alle utenti e alle operatrici del Centro sorano, gestito dalla Cooperativa Sostegno per conto di AIPES, il Consorzio dei servizi socio-assistenziali di 27 Comuni nell’ambito del Distretto C.

A fare gli onori di casa, insieme alle operatrici del Centro, erano presenti anche il Dr. Maurizio Ottaviani, Presidente dell’AIPES, e la Dr.ssa Angela Ciardi quale rappresentante della Cooperativa Sostegno.

Il Centro Disabili Adulti di Sora attualmente accoglie 13 utenti, di cui 5 sono donne, tutti assistiti da 6 operatrici part time, a cui la CGIL ha fatto simbolicamente omaggio anche del Testo della proposta di legge di iniziativa popolare del “Nuovo Statuto delle Lavoratrici e dei Lavoratori”, per rammentare l’impegno comune che bisogna avere per ricostruire ed estendere diritti fondamentali, tutele e garanzie nel mondo del lavoro, a cominciare dal principio di parità e di pari opportunità tra donna e uomo in materia di lavoro e di professione, che più che mai è appropriato rivendicare in occasione della giornata internazionale della Donna.

Ma perché la Segreteria della CGIL ha deciso di festeggiare l’8 marzo in un Centro Disabili Adulti? “ Per poter richiamare l’attenzione di questo territorio – insieme ad AIPES ed al mondo della Cooperazione - sul tema del collocamento delle persone disabili (di cui circa il 60% è donna), rispetto al quale purtroppo non registriamo la necessaria sensibilità. Eppure al collocamento obbligatorio sono iscritte tante persone disabili che spesso hanno curriculum di tutto rispetto e sono sempre più preparate! C’è bisogno di promuovere di più e meglio il lavoro di queste persone, anche facendo capire che nei luoghi di lavoro l’inserimento di questi ragazzi nella maggior parte dei casi contribuisce notevolmente a cambiare in meglio l’intero clima aziendale” - hanno dichiarato Beatrice Moretti e Fausta Pelle, rivolgendo gli auguri quindi anche a tutte le donne mamme di persone con disabilità.